Lluis Comin ad Asolo

17 ott - 16 nov 2020

Ritorna un grande artista del gioiello alla Thereza Pedrosa Gallery di Asolo.

Il lavoro dell’orefice spagnolo Lluis Comin è da sempre caratterizzato da una profonda meditazione personale ma la mostra Reflections of Silence, che aprirà sabato 17 ottobre alla galleria Thereza Pedrosa Gallery di Asolo, è di sicuro uno dei progetti più introspettivi dell’artista.

La mostra si divide in due percorsi The Magic mountain e Vestiges. La prima esplora la sua relazione con la natura e nello specifico con la solitudine della montagna. “La montagna è il luogo in cui i sensi e le emozioni si fanno più acuti, dove si aprono parentisi di ricordi, dove il tempo è relativo e la libertà assoluta.”, così dice l’autore.

Vestiges invece nasce da una riflessione interiore fatta durante il lockdown, nella quale l’artista riflette sul presente e il futuro dell’umanità, al suo credersi moralmente superiore a chi è venuto prima e alla natura. Riflette l’artista: “La parola morale ha origine dal latino mos, moris che significa usanza. Le nostre certezze sono totalmente relative al contesto. Con lo scorrere del tempo ciascuno di noi diventerà Vestigia del nostro momento storico, come furono i trilobiti e i mosaici romani. Quindi, se non rinunciamo alla nostra arroganza e se non iniziamo ad interessarci agli altri e all’ambiente condurremo la nostra specie all’estinzione.”

Orari di apertura: da mercoledì a domenica 10.30-12.30/15.00-19.30

Si raccomanda l’uso della mascherina e del gel igienizzante.